Fotografia digitale

La fotografia digitale nel settore moda

[caption id="attachment_183" align="alignleft" width="300" caption="Fotografia di moda"][/caption] Lo sviluppo della fotografia digitale, ci permette sempre in maniera migliore, di catturare i nostri momenti più belli. I grandi progressi relativi alla velocità dell’otturatore e alla risoluzione fotografica, rendono facile e comodo sia ai principianti che ai professionisti, scattare buone foto. Inoltre, oggi il fotoritocco può essere utilizzato per rendere le immagini più creative e artistiche. La fotografia digitale, si è rivelata un vantaggio enorme anche per molte aziende online e non e garantisce valorizzazione sia alle immagini illustrative che alla fotografia stock. Quest’ultimo concetto si riferisce alla possibilità di qualunque fotografo, di caricare le sue foto online o metterle in un archivio fotografico, per venderle a prezzi differenti. I siti di fotografia stock valutano i prezzi in base alla risoluzione delle immagini. [caption id="attachment_184" align="alignleft" width="293" caption="Fotografia-digitale di moda - sflilate"][/caption] Dal momento però che parliamo di foto digitali, queste possono essere acquistate immediatamente da diverse aziende per poi essere modificate, manipolate e corrette attraverso un sofisticato software di editing. Questo sistema è molto utilizzato nel settore moda ,soprattutto per le campagne pubblicitarie. Oggi la fotografia digitale è nota per promuovere l’industria della moda. La fotografia in questo settore si distingue nettamente dal realizzare filmati televisivi o foto su pellicole; bensì per i fotografi, il loro lavoro si basa su qualcosa di più impegnativo e complicato da realizzare. L’ultimo scopo di questa fotografia,è proprio quello di catturare ogni dettaglio in uno scatto. L’attenzione si concentrerà su donne mozzafiato, in abiti alla moda, eleganti, magnifici a volte eccesivi; catturerà le loro diverse angolazioni in modo da esaltare le nuove tendenze che si impongono nel mondo della moda. (altro…)

Di Andrea Darrei, fa