Impare l’abilità di criticare

Noi stessi siamo in primi critici delle nostre foto, non’è vero?

Ora, se hai chiesto ad un amico dei consigli, ti ricordi le risposte che hai avuto?, Forse non sono stati troppo utili? Forse perché quello che ti ha dato le risposte non ha capito la situazione. O forse non capivano quello che tu veramente volevi trasmettere in quella foto.

A volte la gente si limita a dirti frasi come “Che bella” , o “Si, va bene”,  senza spiegare perché gli piace o perché non gli piace. Ma ci sono e aggiungerei per fortuna, anche quelli che si interessano di più al tuo scatto, ti chiedendo perché hai fatto quella foto e perché hai scelto di inquadrare in quel modo.

In teoria tutti vogliamo sapere come possiamo migliorare il nostra tecnica o le nostre foto! Non ti piacerebbe sentire un parere spassionato e farti spiegare perché la tua foto non funziona, cosa hai sbagliato, e cosa puoi fare per migliorare la prossima volta? Ci sono diversi modi per criticare, alcuni più utili di altri.

Anche se non esiste un modo giusto o sbagliato per dare critica, è importante sapere che la maggior parte delle persone vorrebbero ricevere un feedback che possano portare a casa e aggiungere al loro apprendimento. Questi tipi di feedback, in un modo o l’altro, possono contribuire a migliorare le considerazioni di scatto di un fotografo.


Art Appreciation II da  Dustin Gaffke , su Flickr

Foto Critica è un’ abilità

Fare critica meglio se costruttiva è una competenza a sé. Purtroppo, non tutti i fotografi si prendono il tempo per chiedere una critica efficace e costruttiva. Ancora una volta, la critica è un’abilità, che ha come conseguenza la capacità di migliorare nel tempo con la giusta conoscenza e la pratica continua. (altro…)

Stupendi ritratti in giro per il mondo

Un fotografo molto speciale: Jimmy Nelson, ha qualche anno fa, impostato un viaggio unico. Un viaggio con l’intento di documentare come molte civiltà e culture che vivevano isolate. Attraverso il suo progetto, chiamato “prima di passare allo sguardo” ,  il fotografo  voleva catturare la vita e le tradizioni delle ultime popolazioni superstiti in tutto il mondo.

Jimmy ha voluto ri-creare i loro stili di vita distintivi, arte e tradizioni. Passò circa due settimane con ciascuna delle 35 tribù che visitò, e diventò un abile conoscitore delle loro antiche tradizioni.

Parlando del suo lavoro, Jimmy dice: “La cosa più importante, ho voluto creare un ambizioso documento fotografico estetico che avrebbe resistito alla prova del tempo. Un enorme lavoro che sarebbe un record etnografico insostituibile di un mondo in rapida scomparsa. ”

Jimmy Nelson ha viaggiato per circa 3 anni e il suo viaggio lo ha portato in angoli remoti di Etiopia, Papua Nuova Guinea, Kenya, Tanzania, Nuova Zelanda, Mongolia, Siberia, Nepal, Cina, Vanuatu, Argentina, Ecuador, Namibia, India, Chukotka e Indonesia. I suoi ritratti dettagliati, creati con una fotocamera da 4 × 5, hanno immortalato le acconciature, l’abbigliamento e elementi culturali unici per ogni tribù. Ecco una piccola selezione di immagini dal suo viaggio.

(Foto © Jimmy Nelson Pictures BV )

 

Jimmy Nelson - prima che questi passino Away (6) - Nenets

Nenets, Russia

 

(altro…)

Come fotografare con l’Iphone

foto con IphoneSi può davvero scattare belle foto con l’iPhone ?

Dipende molto da come vuoi definire “un’ottima foto”, non è sicuramente dipendente da fattori generazionali, educativi, o esperienziali che offuscano la propria idea di bravura. Inoltre, questa nuova tendenza è spesso un problema di divisione, tra i sostenitori e gli anti Iphone-photgrapher convinti, che occupano ciascuna delle due facce della medaglia. Tutto questo genera fazioni diversificate in fotografia, anche se rimane un discorso molto soggettivo.

last photo. by 612gr, on Flickr

last photo. by 612gr, on Flickr

Nel regno dei dispositivi mobili , la fotocamera dell’IPhone è generalmente ben considerata , ma non è certo un obiettivo vero. Noi tutti sappiamo che , nelle mani giuste , ogni fotocamera è una buona macchina fotografica ( o una fotocamera abbastanza buona ). Quindi, dal momento che l’iPhone è , per lo meno, una fotocamera molto capace , forse dovremmo parlare di quello che i fotografi “Iphonnati” o “Smartizzati” possono fare per massimizzare il potenziale della loro macchina fotografica.

Probabilmente non ci si limita ad argomentare il fatto che le foto fatte con l’iPhone sono buone, ma si può almeno vedere come migliorare i nostri scatti.

(altro…)

Quali sono i formati fotografici più usati?

I formati in fotografia

Quali sono i formati standard più usati in fotografia? Oggi vi parlerò dei più usati.

Se andrete poi a ritoccare le vostre foto con un con software di fotoritocco (consigliato Photoshop) è facile a volte non sapere come ridimensionare le foto e andremo a caso, senza considerare che esistono delle regole ben precise da osservare.
Dai tempi della fotografia con pellicola le cose non sono cambiate molto, e sono stati mantenuti volutamente invariati con gli anni, anche se con con la nuova era del digitale ed i nuovi monitor per il passaggio su PC ci sono state un paio di novità.

Lo standard per eccellenza, il 35mm come molti ricorderanno nelle vecchie fotocamere reflex.
Il rapporto è di 3/2. Rapporto si intende tra il lato lungo e il lato corto dell’immagine. Come vedete nell’esempio, il rettangolo è ben proporzionato, ottimo nella fotografia orizzontale per quasi tutti i soggetti.

Quasi tutte le fotocamere utilizzano questo standard. Assolutamente da non usare per immagini verticali.
La stampa della classica fotografia è il buon vecchio 10×15 cm ancora usato tutt’oggi, con o senza bordino bianco attorno. Il fattore di moltiplicazione è il 1.5

***********************************************************************

Es: Se la  foto è alta 2000 pixel dovrà essere larga 2000×1.5=3000 (oppure, se è larga 3000, dovrà essere alta 3000/1.5=2000).

*********************************************************************** (altro…)

E4tRlaMr987VZ112