Tre Nuove idee per liberare la tua creatività fotografica

Ogni artista ha bisogno di una fonte di ispirazione che si tratti di una musa ispiratrice, una collezione di fotografie e immagini preferite, un particolare luogo o un elemento della natura.

Certi giorni però neppure le tue fonti di ispirazione più forti e significative sembrano essere sufficienti; ed è proprio in quei giorni che hai bisogno di ulteriori idee creative.

Un metodo che può rivelarsi utile è quello di definire un progetto fotografico che non sia semplicemente un tema specifico ma qualcosa di più impegnativo che richieda dedizione e sforzo. Trovo che dedicare tempo ed attenzione a un progetto per alcune ore o alcuni giorni di seguito sia il modo migliore per sviluppare il processo creativo.

Se anche tu hai in mente dei progetti fotografici che non hai mai realizzato, allora è arrivato il momento di iniziare. Se invece vorresti cominciarne uno ma non sai da dove partire ecco per te alcuni suggerimenti.

1 – Progetto Lettere (dalla A alla Z)

Questa idea ha molte varianti e credo che possa essere molto divertente creare un progetto dedicato alle lettere vere e proprie ossia fotografare oggetti che hanno la forma (o che ricordano la forma) dell’alfabeto.

foto-lettere

Non si tratta di un progetto breve perché potrebbero volerci diverse settimane per trovare i vari oggetti (uno per ogni lettera). Certo, volendo potresti barare un po’ e assemblare insieme alcuni oggetti in modo che formino le lettere ma credi davvero che sarebbe altrettanto divertente? Io ti suggerisco piuttosto di trattare questo progetto come una caccia al tesoro dove il tesoro, in questo caso, sono le lettere ovviamente.

Lo so che potresti scoraggiarti ma, una volta che inizi, rimarrai stupito da quanti oggetti in realtà assomiglino veramente alle lettere, e alla fine sarà molto divertente.

Io ho visto dei paletti per recinti a forma di lettere oltre che montagne a forma di “M” e sono abbastanza certo che anche tu potresti rimanere stupito dagli oggetti che troverai una volta iniziato il progetto.

Vorrei darti alcuni consigli che potrebbero esserti d’aiuto prima di iniziare.

• Non fotografare le lettere vere e proprie, quelle che potresti trovare su delle insegne o su qualche cartello, non sarebbe lo spirito giusto con il quale realizzare questo particolare progetto (potresti però realizzare un progetto dedicato alle insegne…).

• Per fare in modo che il tuo intento sia chiaro e diretto, posiziona l’oggetto al centro, riempi l’inquadratura con il soggetto scelto e non lasciare spazi vuoti.

(altro…)

27 immagini di foto con la neve

Per quelli di noi che vivono in montagna, è stupendo in questo periodo uscire e vedere che fuori è tipicamente coperto di neve. Da metà gennaio in poi, nei mesi più freddi dell’anno inizia la stagione fotografica dedicata ai paesaggi invernali e prettamente “imbiancati” dalla neve. Quindi motivo in più per uscire e fotografare quella soffice neve bianca.

In pieno inverno, ci sarà un momento in cui ci si troverà in quello che definisco un “momento creativo”, quando vedi dalla finestra giungere i primi fiocchi di neve e la voglia di fotografare le meraviglie della natura ci pervade. Faccio un check up dell’attrezzatura e anche se vivo al mare, prendo la macchina e mi reco nella prima località di montagna vicina. Io di solito raggiungo quello stato d’animo intorno alla metà di gennaio.

Cosa devi cercare quando sei fuori per una passeggiata naturalistica nel mese di gennaio? Devi soprattutto prestare attenzione ai dettagli, i modelli, ogni minima traccia di colore, tracce degli animali, della fauna selvatica. Perché non sperimentare con qualche fotografia in bianco e nero o utilizzare un effetto lente creativa come il composer Lensbaby?

Ecco alcuni scatti invernali che ti possono ispirare in alcune immagini tipiche di un giorno nevoso:

 

(altro…)

10 segreti per dare carattere alle foto di paesaggi marini

I paesaggi marini sono un’ottima fonte di ispirazione per la fotografia. In effetti è quasi spontaneo tirar fuori la macchina fotografica di fronte ad un paesaggio di mare o, nel caso, dispiacersi per non averla portata. Ci vogliono comunque delle capacità tecniche per poter trasformare una semplice istantanea di un litorale in una bella fotografia. Se non fai attenzione ad alcuni dettagli la tua foto potrebbe risultare nient’altro che un banale scatto di una spiaggia.

Uno dei segreti per le fotografie di litoranei è trovare un elemento interessante da inserire nell’inquadratura. L’ideale sarebbero i resti di una nave abbandonata o una vecchia barca ma, dato che non sono così frequenti, è necessario andare alla ricerca di qualche spunto per rendere più interessante la tua fotografia. Quando trovi l’elemento che ti interessa, guardalo da diverse angolazioni e prova a guardarlo con la macchina fotografica rivolta verso di te per renderti conto di come possono cambiare le cose se viste attraverso il mirino o il display LCD.

Per cominciare ecco qui dei suggerimenti da cui prendere spunto per i tuoi paesaggi marini:

 

  1. Vecchio molo e pontili

paesaggi marini 1

Trovare un vecchio molo o un pontile può risolvere il problema di un paesaggio noioso o troppo piatto e dare carattere alla tua foto. Il vecchio molo o il pontile possono diventare il punto focale di un’immagine e renderla interessante.

Quando trovi un vecchio molo abbandonato o un pontile e decidi di scattare la tua fotografia, puoi creare un bel contrasto sfocando l’acqua e mettendo in risalto il soggetto. Per farlo assicurati di usare un filtro a densità neutra 10-Stop. Usare questo filtro servirà a ridurre la quantità di luce e farà si che la velocità di scatto sia più lunga, il che renderà l’acqua sfocata.

(altro…)

Guida di fotografia: cosa fotografare di più?

capolavori di fotografia

Una guida di fotografia può indicare i soggetti migliori per gli scatti? Certamente no, dal momento che non ce ne sono. Una delle bellezze dell’arte fotografica è insita proprio nella possibilità di trovare soggetti interessanti nei contesti più diversi e, soprattutto, più impensati.

Tutti noi abbiamo avuto almeno una volta sotto gli occhi degli scatti che hanno fatto la storia, attraversando i decenni e trovando sempre qualcosa da comunicare all’osservatore.

Dietro a questi capolavori, oltre a una buona dose di sapienza tecnica, è presente anche l’estro tipico dell’artista, capace di cogliere anche nei minimi particolari qualcosa che riesca a catturare in maniera potente l’attenzione dello spettatore, o, addirittura, di milioni di spettatori (siamo in un mondo interconnesso, dove le immagini fanno il giro del mondo).

Una buona guida di fotografia deve ricordare l’importanza di questo estro, che si può sviluppare esercitandosi durante le varie sessioni di scatto.

L’occhio universale

Il buon fotografo, quando si muove alla ricerca di ispirazione per i propri scatti, deve mantenere l’atteggiamento di un osservatore onnivoro nei confronti di tutto quello che si trova ad avere attorno.
(altro…)